Back to top

FENIX ha eccezionali caratteristiche estetiche e di performance; è di facile lavorabilità e grande semplicità di manutenzione. Può essere utilizzato in diverse applicazioni e contesti. È adatto ad applicazioni sia verticali, sia orizzontali. Ha una lieve direzionalità, visibile solo sotto particolari condizioni di luce, che per precauzione viene indicata sull’imballo.

FENIX  è un materiale molto versatile: può essere infatti accoppiato, oltre ai generici materiali di supporto, come ad esempio impiallacciati e compensati, anche ad altri supporti, quali materiali come vetro, MDF e materiali “superleggeri".

 

Bordi

FENIX, nella versione Thin, può essere bordato usando lo stesso decorativo in spessore 1,2 mm (con cuore a tema) oppure utilizzando bordi in ABS/PP sviluppati in partnership con Rehau, Döllken e Ostermann. Per i bordi in FENIX 1,2 è necessario usare una colla poliuretanica. I bordi in ABS o polimerici possono essere incollati tramite collanti termo-fusibili o con i nuovi sistemi a laser oppure con sistemi air.

Strumenti

FENIX Thin viene placcato su supporto e non richiede macchinari particolari per la sua lavorazione, che è equiparabile a quella di un laminato HPL.
Gli strumenti di taglio utilizzabili sono: sezionatrici con lame con inserti in carburo di tungsteno; seghe circolari portatili, seghe circolari da banco. Tra gli strumenti di fresatura: varie frese portatili, fresatrici con attrezzature fisse (fresatrici o pantografi). Strumenti di levigatura: lime, carta abrasiva. Strumenti di foratura: strumenti a mano, a colonna  o di una postazione di lavoro che può fresare e anche forare  (punte elicoidali, frese a tazza). Per il FENIX nella versione Solid si consiglia l’uso di strumenti dotati di punte di diamante.

Installazioni

FENIX è un semilavorato, pertanto si dovrebbero seguire le indicazioni del trasformatore, a seconda delle diverse applicazioni e dei diversi contesti.